FAQ

D. Quali sono i criteri adottati per la formazione delle classi?

R. Nel rispetto del principio dell’eterogeneità e dell’omogeneità in tutte le classi i criteri adottati sono:

Per la scuola secondaria di 1°grado:

1. Rispetto numero massimo di alunni per classe:

  • Non oltre 25 alunni in assenza di alunno diversamente abile
  • Non oltre 20 in presenza di alunno diversamente abile

2. Equa distribuzione degli alunni nelle classi, attraverso sorteggio, tenendo conto di:

  • Fasce di livello di apprendimento degli alunni in ingresso (fascia alta: 8,01-10, medio-alta: 7,01-0, fascia medio-bassa: 6,01-7, fascia bassa: 4-6). La fascia di appartenenza è determinata dalla valutazione relativa al I quadrimestre.
  • Aspetti comportamentali, relazionali e socio-familiari.
  • Sesso

3. Possibilità, per i genitori, di esprimere una preferenza per corso

4. Rispetto delle preferenze in caso di:

  • Fratelli/sorelle che chiedono di frequentare la stessa classe (gemelle e/o ripetenti)

5. Accoglimento della preferenza solo se compatibile con il rispetto dei criteri di cui ai punti 1. e 2.

6. Richiesta di inserimento di un alunno nello stesso corso  frequentato già da un fratello e/o da una sorella del triennio precedente.

Per la Scuola Primaria:

  1. Rispetto numero massimo di alunni per classe:
  • Non oltre 25 alunni in assenza di alunno diversamente abile
  • Non oltre 20 in presenza di alunno diversamente abile

2. Equa distribuzione degli alunni nelle classi, attraverso sorteggio, tenendo conto di:

  • Fasce di livello di apprendimento degli alunni in ingresso (fascia alta: 8,01-10, medio-alta: 7,01-0, fascia medio-bassa: 6,01-7, fascia bassa: 4-6). La fascia di appartenenza è determinata dalla valutazione relativa al I quadrimestre.
  • Aspetti comportamentali, relazionali e socio-familiari.
  • Sesso

3. Possibilità, per i genitori, di esprimere una preferenza per classe e modulo

4. Rispetto delle preferenze in caso di:

  • Fratelli/sorelle che chiedono di frequentare la stessa classe (gemelle e/o ripetenti).

5. Accoglimento della preferenza solo se compatibile con il rispetto dei criteri di cui ai punti 1. e 2.

Per la scuola dell’infanzia:

  1. Rispetto numero massimo di alunni per classe:
  • Non oltre 25 alunni in assenza di alunno diversamente abile
  • Non oltre 20 in presenza di alunno diversamente abile.

2. Età (dai più grandi ai più piccoli)

3. Sesso.


D. Uso contributo volontario

R. Il contributo volontario versato dalle famiglie pari a 12€ per la scuola dell’infanzia, primaria e 15€ per la scuola secondaria di primo grado, comprende la quota dell’Assicurazione, l’acquisto del materiale didattico e per l’ampliamento dell’offerta formativa.


D. Comodato d’uso libri scolastici

R. All’inizio di ogni anno scolastico  è possibile fare richiesta, presso la segreteria scolastica, attraverso la compilazione di un modulo, del comodato d’uso gratuito dei libri di testo.

Sarà comunicato alle famiglie selezionate la modalità per ritirare i testi.

Il servizio di comodato d’uso sarà pubblicizzato tramite il sito web della scuola, il relativo albo e in segreteria.

Graduatoria delle domande

La graduatoria delle domande pervenute in segreteria rispetterà i seguenti criteri:

  • il reddito dichiarato; in assenza di questa informazione la domanda sarà accolta ma considerata con il reddito più alto. Farà fede il modello ISEE redditi 2017 rilasciato dopo il 1/1/2018
  • in caso di parità di reddito si utilizzeranno i seguenti criteri: numero dei figli in età scolare e migliore valutazione scolastica dell’alunno nell’anno precedente
  • l’alunno che ha ricevuto in prestito testi di utilizzazione pluriennale li potrà conservare nell’anno successivo previo rinnovo annuale della domanda e possesso dei requisiti anche per gli anni successivi al primo
  • le domande consegnate in ritardo saranno accolte solo in base alla disponibilità residua dei testi;

Consegna testi ai genitori

Per la consegna dei testi saranno convocati direttamente i genitori o chi ne fa le veci, che firmeranno il modulo per la presa in consegna e ne avranno copia.

Obblighi del comodatario

Il comodatario si impegnerà per iscritto a custodire i testi con diligenza, senza prestarli ad altri o deteriorarli in alcun modo, fatto salvo il solo effetto dell’uso. Perciò non sono ammessi sottolineature, abrasioni, cancellature, annotazioni o qualsiasi altro intervento atto a danneggiare l’integrità del libro.
Saranno considerati danneggiati e quindi inservibili da altri studenti anche i testi sottolineati e/o evidenziati. Il giudizio sullo stato d’uso sarà insindacabilmente espresso dal personale dell’Istituto incaricato al ritiro dei testi.

Termini di restituzione

In caso di trasferimento ad altro Istituto durante l’anno scolastico, i testi dovranno essere riconsegnati al momento della concessione del nulla osta, il cui rilascio è subordinato alla restituzione, o al risarcimento, dei libri avuti in prestito.

La restituzione dei testi dovrà avvenire alla conclusione del periodo d’uso didattico, previo accordo con il Docente-Referente.

Per gli alunni delle classi terze la data sarà posticipata all’ultimo giorno d’esame.

A questa disposizione si derogherà per prestito di libri di utilizzazione pluriennale. La deroga dovrà essere riportata sulla scheda di presa di consegna e controfirmata dai genitori o da chi ne fa le veci ogni anno. Lo studente, in tal caso, è tenuto alla restituzione degli stessi alla fine del periodo di utilizzazione.
La scuola potrà sollecitare le famiglie ricordando le date di restituzione dei testi.

La mancata riconsegna del pacchetto nei termini previsti, o il mancato rimborso dei danni, comporteranno all’allievo l’impossibilità di usufruire nell’anno scolastico successivo del servizio stesso.

Se i libri non verranno restituiti entro i termini o verranno restituiti inutilizzabili per un uso futuro, alla famiglia sarà richiesto il pagamento del 100% del prezzo di copertina se il libro  concesso era nuovo e pari al 50% se utilizzato da uno o più anni.

Organo

È istituita la “Commissione comodato dei libri di testo” così costituita:

  • Dirigente Scolastico
  • Vicepreside
  • Docente-Referente Biblioteca
  • Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi.

La commissione ha le seguenti competenze:

  • coordina le procedure per l’erogazione del comodato
  • formula proposte di utilizzo del contributo al Collegio Docenti (individuazione dei libri da assegnare in comodato d’uso)
  • elabora il Piano attuativo da presentare al Consiglio di Istituto.

L’organo sopra indicato, in collaborazione con l’ufficio-alunni di segreteria, si incaricherà della distribuzione dei testi, compilazione degli elenchi, ritiro dei testi entro i termini previsti, verifica dello stato di conservazione dei testi (per l’eventuale richiesta di risarcimento danno).

Modulistica 

Per la richiesta del comodato d’uso dei libri di testo scarica il modulo da questo link → modulo richiesta comodato d’uso libri scolastici

E’ possibile inoltre scaricare i moduli di richiesta per potere richiedere il contributo destinato alla fornitura gratuita e semigratuita dei libri di testo per famiglie a basso reddito da questi Link:

→ Circolare Fornitura Libri
→ Adempimenti Fornitura Libri
→ Modulistica Fornitura